News & eventi
  • Volvo V60 Diesel Plug-In Hybrid in uso ai comuni della Provincia di Treviso allo scopo di diffondere coscienza verde sul territorio

    08/07/2013
    Gli otto Comuni che riceveranno in uso Volvo V60 Diesel Plug-In Hybrid sono Castelfranco Veneto, Conegliano, Follina, Montebelluna, Oderzo, Pieve di Soligo, Treviso e Vittorio Veneto). L’auto verrà utilizzata per scopi istituzionali o di divulgazione.

    Oltre a favorire l’utilizzo di veicoli elettrici attraverso la donazione alle amministrazioni locali, il progetto S.U.M.M.I.T. intende rafforzare la coscienza “green” dei cittadini carica attraverso una serie di interventi mirati. E’ il caso, ad esempio, della realizzazione di un Centro per la Mobilità Sostenibile in ciascun Comune coinvolto; in pratica, un luogo fisico ove, tra le altre cose, vengono installate le colonnine di ricarica per le auto elettrice o ibride ad uso pubblico.

    A sostenere Ascotrade ci sono la Provincia di Treviso, la Regione Veneto e le associazioni di categoria Confartigianato Marca Trevigiana e CNA Treviso, con l’adesione dell’Università di Padova.

    “Siamo particolarmente orgogliosi di essere protagonisti di un progetto tanto nobile”, afferma Michele Crisci, Amministratore Delegato di Volvo Car Italia. “Il suo carattere locale la rende assai efficace, proprio perché in grado di interpretare le esigenze del territorio, condizione essenziale per la diffusione di una coscienza ambientale efficace. Un riscontro come quello ricevuto grazie all’iniziativa di Ascotrade è per noi importante: significa che la nostra V60 Diesel Plug-In Hybrid ha centrato il proprio obiettivo, ponendosi come simbolo stesso di una sostenibilità moderna in funzione della sue caratteristiche tecnologiche d’avanguardia e delle sue straordinarie qualità di utilizzo. Quando venne presentata, Volvo V60 Diesel Plug-In Hybrid ottenne immediatamente una grande attenzione da parte dei media e di un modo importante come quello degli operatori del mondo delle flotte aziendali, per noi un mercato chiave. Ora che la vettura è finalmente al lancio in Italia, possiamo dire che inizia davvero con il piede giusto. E siamo certi che si tratta solo del primo passo nella direzione da noi auspicata”.

    Volvo V60 Diesel Plug-In Hybrid – lo stato dell’arte della tecnologia ibrida applicata all’auto

    La vettura scelta da Ascotrade per dare sostanza alla propria iniziativa è il modello tecnologicamente più avanzato nell’ambito della gamma Volvo, certamente l’emblema dell’impegno ambientale del Marchio svedese. La prima ibrida plug-in con motore diesel al mondo è in pratica tre auto in una: elettrica, ibrida e sportiva ad alte prestazioni. Dotata di un motore turbodiesel cinque cilindri da 215 CV che agisce sulle ruote anteriori e di un motore elettrico da 70 CV che sviluppa 200 Nm di coppia motrice sull’asse posteriore, Volvo V60 Diesel Plug-In Hybrid funziona in diverse modalità a seconda di come interagiscono le due motorizzazioni. E’ il conducente stesso a scegliere la modalità di guida tramite tre pulsanti sul cruscotto, che conferiscono alla vettura tre ‘temperamenti‘ completamente diversi: Pure, Hybrid o Power.

    - Hybrid è la modalità predefinita ogni volta che si mette in moto l’auto. Il motore diesel e quello elettrico interagiscono per ottenere emissioni di CO2 (NEDC, ciclo di guida misto ai fini della certificazione) di 48 g/km (con consumo di carburante 1,8 l/100 km).

    - In modalità Pure, l’auto è alimentata solo dal suo motore elettrico. L’autonomia di percorrenza arriva a 50 km.

    - In modalità Power, la tecnologia è ottimizzata per far sì che l’auto offra le migliori prestazioni possibli.Il motore diesel e quello elettrico erogano una potenza combinata di 215 + 70 cavalli e una coppi massima di oltre 600 Nm. La vettura accelera da 0 a 100 km/h in 6,1 secondi.

    Attivando la modalità Save, Il conducente può decidere inoltre di risparmiare l’energia della batteria per poter sfruttare l’alimentazione elettrica al 100% in un secondo momento, ad esempio durante l’attraversamento di aree urbane residenziali o nel centro città.

    Volvo V60 Diesel Plug-In Hybrid può essere ricaricata tramite una normale presa di corrente (230 V/6 A, 10 A o 16 A), a casa o in un parcheggio. Il tempo di ricarica dipende dal livello della corrente. Una carica completa a 10 A richiede 4,5 ore. Il tempo si riduce a 3,5 ore con 16 A, mentre per una ricarica a 6 A sono necessarie circa 7,5 ore.

    Premendo il pulsante AWD della trazione integrale posto sulla console centrale si attivano le quattro ruote motrici a gestione elettrica. Al posto della trasmissione meccanica della potenza del tradizionale sistema AWD, la distribuzione della coppia viene gestita dall’unità di controllo centrale. La cofigurazione AWD viene attivata anche selezionando la modalità Power.

    Infine, l’energia di frenata può essere utilizzata per rigenerare il pacco batteria dell’auto.

    Sicurezza da primato come su ogni Volvo

    A conferma della leadership indiscussa di Volvo sul fronte dell Sicurezza, Volvo V60 Plug-In Hybrid si è aggiudicata il punteggio più alto mai assegnato a un'auto elettrica nell'ambito dei crash-test condotti da Euro NCAP, ente di riferimento in materia di rating di sicurezza.

    In base alla filosofia di Volvo, infatti, un'auto elettrica deve garantire un livello di sicurezza pari a quello di qualunque altro nuovo modello Volvo. Questa linea guida trova riscontro concreto nelle cinque stelle ottenute (massimo punteggio possibile) nei test condotti, che prevedevano anche una prova d'impatto frontale disassato a 64 km/h.

    Volvo Car Group e Volvo Car Italia

    Volvo venne fondata a Göteborg da Gustaf Larson e Assar Gabrielsson. La prima vettura, denominata ÖV4 (Jakob), uscì dallo stabilimento il 14 aprile 1927. Il messaggio del marchio globale Volvo è indissolubilmente legato al retaggio dell'azienda, riassume lo spirito del marchio Volvo e coglie l'essenza della sua missione. La mission aziendale immediatamente dichiarata parlava della Sicurezza degli occupanti dell’auto. E da allora, Sicurezza è il valore fondamentale associato al marchio Volvo. Volvo si distingue in oltre per l’impegno a favore dell’Ambiente e per la fedeltà alla scuola del Design Scandinavo.

    Volvo Car Group commercializza i propri prodotti in circa 100 Paesi. La maggior parte della rete è costituita da aziende indipendenti che operano come partner commerciali di Volvo. I cinque mercati più grandi di Volvo Cars sono Stati Uniti, Svezia, Cina, Germania, Gran Bretagna.

    La prima autovettura Volvo viene importata in Italia nel 1964 da un imprenditore privato, la Motauto di Bologna. Nel 1973 la allora AB Volvo rilevò la struttura e la rete distributiva dell'importatore privato diventando Volvo Italia.

    Oggi l’Italia rappresenta per Volvo uno dei primi dieci mercati del mondo. Volvo Car Italia (già Volvo Italia e Volvo Auto Italia) vende mediamente 18.000 vetture l’anno, con una quota di mercato pari all’1,10 %. Commercializza i propri prodotti nei segmenti definiti premium del mercato, dove detiene una quota di

    penetrazione prossima al 10%.
    Volvo XC60 e la nuova Volvo V40, terza classificata al premio Auto Dell’Anno 2013, sono le punte di diamante dell’attuale produzione Volvo nonché i prodotti più apprezzati dal pubblico Italiano.

    Circa il 90% delle vendite è dato da motorizzazioni Turbodiesel.

    La rete di distribuzione di Volvo in Italia conta 65 concessionarie che con i loro 110 punti di vendita coprono interamente il territorio nazionale. La distribuzione delle vendite è intorno al 65% al nord, il 23% al centro e il rimanente 12% al sud e isole.

    Fra il 2011 e il 2013, Volvo Auto Italia si è aggiudicata per tre anni consecutivi il premio per la soddisfazione della Rete dei Concessionari.

    Anche per quanto riguarda l’attività di Volvo in Italia, i valori fondamentali sono Sicurezza, Qualità e rispetto per l'Ambiente; valori che si riflettono non solo sui prodotti ma anche sull'organizzazione di vendita, in termini di attenzione alla soddisfazione del cliente.
    Otto esemplari della rivoluzionaria vettura ibrida di Volvo, appena arrivata sul mercato, verranno acquistati da Ascotrade, azienda trevigiana di fornitura di servizi energetici, e donati in uso ad altrettante amministrazioni pubbliche. Il tutto, nell’ambito del progetto S.U.M.M.I.T. (Sustainable Urban Mobility Management In Treviso Province - Gestione Sostenibile della Mobilità Urbana in Provincia di Treviso) promosso dalla stessa Ascotrade e del quale Volvo Car Italia diviene così partner.

    L’iniziativa, che mira allo sviluppo di un modello di mobilità sostenibile nell’area della Marca Trevigiana, è stata presentata in una specifica conferenza stampa tenutasi in data odierna presso la Camera di Commercio di Treviso.
    Indietro