Tecnologia

Esplorazione delle città intelligenti del futuro

Le città intelligenti, in cui la tecnologia dell’informazione e della comunicazione sono intessute nella vita quotidiana per renderla più scorrevole, sono destinate a trasformare la guida nei grandi agglomerati urbani. Ma qual è il posto di un’auto Volvo in questo mondo nuovo?

Un sensore alla volta

Entro il 2050 gli esperti prevedono che il 70% circa della popolazione mondiale abiterà in aree urbane. Per poter affrontare le problematiche sollevate da un’urbanizzazione di tali dimensioni, le nostre città non dovranno solo diventare più grandi ma anche più intelligenti. È oggi che devono essere messe a punto soluzioni efficaci e a lungo termine alle sfide di domani, come il traffico congestionato e l’inquinamento dell’aria. E la scoperta di nuovi metodi per sfruttare al meglio l’energia e lo spazio che ci circonda sono più importanti che mai.

Sensore dopo sensore, un pezzetto di software dopo l’altro, la tecnologia ha già iniziato a svolgere un ruolo nel modo in cui affronteremo i problemi di domani. Grazie alla tecnologia intelligente le autorità locali riescono a controllare e a comandare in remoto i semafori. Non è solo un modo efficace per risparmiare energia, visto che consente di abbassare le luci in certi momenti, ma aiuta anche i tecnici a individuare e a riparare velocemente i guasti. Di qui a non molto ci sarà un sensore in grado di gestire quasi ogni situazione. Ci aiuteranno ad affrontare problemi su larga scala come ad esempio il monitoraggio delle fuoriuscite di acqua grazie alla chiusura automatica dei tubi, oppure, più semplicemente, allerteranno la autorità locali sulla necessità di svuotare un cassonetto della spazzatura. È solo questione di tempo prima che venga adottata una soluzione intelligente.

“Oggi, il modo migliore per usare tutte le risorse delle nostre auto consiste nel collegarsi alla realtà circostante e nel collaborare con le persone intorno a noi”.

Condividere le strade e le informazioni

Ma che posto hanno le auto in questo ambiente intelligente? In passato o le città venivano progettate intorno alle auto o, viceversa, le auto intorno alle città. “Oggi, con l’avvicinarsi dell’era delle città intelligenti, il modo migliore per usare tutte le risorse delle nostre auto consiste nel collegarsi alla realtà circostante e nel collaborare con le persone intorno a noi”. Volvo Cars sta lavorando a un vasta gamma di soluzioni innovative basate sulla connettività – la guida autonoma e l’elettrificazione – con l’obiettivo di migliorare i flussi di traffico, di ridurre l’inquinamento dell’aria e di migliorare la qualità della vita in generale nelle città intelligenti del futuro.

Al momento stiamo sviluppando numerosi servizi per auto connesse, che potrebbero utilizzare i dati interni dell’auto e il Cloud Volvo. Si tratta di servizi progettati per dialogare con la tecnologia della città intelligente e in grado di migliorare i flussi del traffico grazie all’ottimizzazione dei semafori e dei limiti di velocità, o di offrire suggerimenti di percorsi alternativi in base ad aggiornamenti sul traffico in tempo reale. Vi sono anche altre tipologie di informazioni che potrebbero essere condivise, come le allerte in tempo reale su condizioni meteorologiche di pericolo, sullo stato delle strade o sulla guida spericolata di altri guidatori. Le auto connesse potrebbero addirittura individuare e avvisare altri guidatori a proposito di tratti di strada scivolosi prima di condividere questa informazione con l’impianto di illuminazione, che si attiverebbe per illuminare i tratti pericolosi di un diverso colore, mettendo così in guardia gli altri veicoli in arrivo.

Cos'ha in serbo il futuro?

Ma non sono solo le auto connesse ad avere il potenziale per trasformare la guida nelle città del futuro: le auto a guida autonoma giocano a loro volta un ruolo chiave. Volvo Cars sta attualmente collaborando con la città di Göteborg in un progetto la cui finalità è di esplorare i modi in cui le auto a guida autonoma possono migliorare la qualità della vita nelle città in cui viviamo. A quando si afferma nel progetto “Self-parking vehicles – parking as an availability issue in sustainable urban development” (Le auto che si parcheggiano da sole – il parcheggio alla luce della disponibilità nello sviluppo urbano sostenibile), le auto a guida autonoma potranno far scendere a destinazione il passeggero prima di dirigersi in un’area dedicata. In questo modo non sarà più necessario avere parcheggi accanto a ogni ufficio, attività commerciale o di vendita al dettaglio, e lo spazio potrà essere dedicato a usi che vanno a vantaggio dell’intera collettività. Le auto a guida autonoma non necessitano solo di meno spazio ma riducono anche il livello di inquinamento nei centri urbani congestionati dal traffico e contribuiscono alla sicurezza stradale senza comportare modifiche importanti all’infrastruttura cittadina.

Anche l’elettrificazione può dare il proprio contributo al miglioramento futuro della guida urbana. Le auto elettriche, grazie alle elevate prestazioni, alle emissioni ridotte di gas di scarico e sonore rappresentano la soluzione ideale per la guida in città.

Il passaggio alle auto elettriche è già in corso, e la domanda è destinata a crescere nel momento in cui verrà istituito un sistema di ricarica standardizzato in grado di offrire ricariche regolari e veloci. Volvo Cars lavora dagli anni Settanta alla messa a punto di veicoli altamente elettrificati e progetta il lancio della prima Volvo completamente elettrica nel 2019.

Mobilità, tecnologia, edifici e cittadini intelligenti. Sono solo alcuni dei criteri in base ai quali una città può essere considerata ufficialmente una “città intelligente”. Se scorriamo l’elenco, potremmo facilmente sostenere che sono descrizioni dell’ultima gamma di auto Volvo. Di una cosa possiamo essere certi: le nostre auto sono in grado di tener testa ai progressi della tecnologia e alla trasformazione delle città del mondo in città intelligenti. A dir il vero, a volte siamo noi che dobbiamo attendere che il mondo ci raggiunga.

1/4

Soluzioni per le città intelligenti

Per poterci muovere nelle città intelligenti del futuro, dovremo essere in grado di collegarci e di interagire in modo più completo con la nostra Volvo e ciò che le sta intorno. Ecco alcune delle nostre più recenti innovazioni, destinate in futuro ad accrescere il piacere di trovarsi a bordo di una Volvo.

Quando il guidatore desidera delegare la guida all’auto il volante si ritrae, il sedile si inclina e dal cruscotto emerge un grande display che offre svariate possibilità di intrattenimento: il tempo passato in auto potrà essere dedicato alla fruizione dei media online, all’ascolto della musica o semplicemente al relax.

Oggi, è possibile parlare alla propria Volvo tramite l’orologio da polso, chiedendole di accendere il riscaldamento in anticipo, di chiudere le porte dell’auto o di programmare il sistema di navigazione a bordo direttamente da casa, in modo da essere pronti a partire non appena messo piede in auto.

In futuro, la “realtà mista” di HoloLens coadiuverà i clienti nel processo di scelta della propria Volvo, a scoprirne i colori, le finiture o a comprenderne meglio le caratteristiche, i servizi e le opzioni disponibili.