Tecnologia

La nostra finestra sul mondo

Nel corso della storia l’occhio umano ha simboleggiato cose diverse nelle varie culture. Nell’antico Egitto era venerato come simbolo di buona salute e di protezione, durante il Rinascimento rappresentava la vista e la chiarezza, mentre sulle attuali banconote americane da un dollaro raffigura la guida e la rassicurazione. Che cosa può significare per coloro tra noi che hanno il culto dell’automobile? Quale ruolo hanno i nostri occhi nel piacere che traiamo dalle nostre auto, possono essere la chiave per vivere meglio la strada?

“Essere consapevoli di ciò che ci circonda ci dà una sensazione di controllo”.

Un occhio attento e ben accetto

Consapevolezza, guida, rassicurazione e protezione. In momenti diversi della storia, l’occhio umano ha simboleggiato tutto ciò. Non ci dovremmo stupire, i nostri occhi sono un organo stupefacente. Secondi solo al cervello quanto a complessità, i nostri occhi contengono 107 milioni di fotorecettori, che ci permettono di percepire i colori, la profondità e i particolari degli oggetti, e ci aiutano a prendere decisioni consapevoli sull’ambiente circostante. Possono elaborare 36.000 informazioni all’ora e sono sede dei muscoli che lavorano di più nel corpo umano. Chiunque abbia coniato il detto “i nostri occhi sono lo specchio dell’anima” non ha reso loro un buon servizio, perché essi sono in realtà la nostra finestra sul mondo.

Il solo fatto di sapere che le nostre auto sono in grado di tenere d’occhio possibili problemi là dove non ce li aspettiamo è fonte di rassicurazione. Se abbiamo queste cose, possiamo veramente assaporare l’attimo e abbandonarci al piacere della guida. Questo è anche il motivo per cui Volvo Cars dedica così tanto tempo allo sviluppo di nuove soluzioni per la sicurezza a bordo. Grazie ad esse possiamo guidare dove vogliamo e quando vogliamo senza doverci preoccupare di eventuali ostacoli che si presentano sul cammino.

La sensazione di libertà, la possibilità dell’avventura e il piacere di vivere l’attimo sono ciò che chiediamo alle nostre auto e gli occhi ne sono la chiave. “Quando siamo alla guida, essere consapevoli di ciò che ci circonda ci dà una sensazione di controllo”.

Un occhio attento all’innovazione

In che modo esattamente la nostra auto ci può aiutare a diventare più consapevoli di ciò che accade sulla strada? Nel corso degli anni, Volvo Cars ha introdotto numerose soluzioni per la sicurezza, pensate perché possiamo tenere meglio d’occhio ciò che ci circonda. Innovazioni come Blind spot information, che fornisce informazioni sull'angolo morto, il sistema di assistenza per il mantenimento della corsia Lane assist e la telecamera a 360° ampliano il campo visivo e rendono possibile il controllo anche quando la visuale è limitata o in condizioni di oscurità. Solo pochi anni fa, queste situazioni sarebbero state molto più difficili da affrontare.

Le più recenti soluzioni di Volvo Cars per la sicurezza non servono solo a tenere d’occhio potenziali pericoli ma possono anche intervenire per evitare che si verifichino. Da quando ha introdotto, tra le prime case automobilistiche, l’avviso di collisione con frenata automatica, Volvo Cars si è posta alla guida della progettazione di tecnologie per la frenata automatica. Anni di ricerca, innovazione e ambizione hanno portato Volvo Cars alla realizzazione di City Safety, un insieme funzioni all’avanguardia per la frenata automatica e la prevenzione delle collisioni a bordo.

Proprio come il nostro occhio cattura la luce e invia informazioni al cervello, City Safety acquisisce dati sulle zone circostanti l’auto e manda informazioni importanti al guidatore. City Safety comprende funzioni di rilevamento dei pedoni e dei ciclisti, l’avviso di collisione frontale e un’altra novità a livello mondiale di Volvo Cars in materia di sicurezza: la frenata automatica agli incroci. Basandosi sull’abbinamento di telecamera e radar, questa funzione riesce a rilevare gli oggetti, i loro movimenti e la loro distanza dall’auto persino al buio.

Un abbinamento rassicurante

Se i sensori prevedono l’imminenza di una collisione, le informazioni raccolte verranno usate per valutare la situazione e inviare un avvertimento al guidatore. Se chi è alla guida non reagisce in tempo, si può attivare la funzione di frenata automatica. Naturalmente, per quanto sorprendenti siano queste recenti innovazioni in materia di sicurezza a bordo, non possono sostituire ciò che un occhio umano è in grado di osservare. Perciò le soluzioni di Volvo Cars in materia di sicurezza, come City Safety e le telecamere di assistenza parcheggio, non devono essere viste come sostituti dei nostri occhi ma piuttosto come strumenti in grado di aiutarci ogni volta che ne abbiamo bisogno.

Le tecnologie in materia di sicurezza a bordo che mirano al miglioramento della visione e all’eliminazione delle zone cieche sono ormai così tante da indurci a pensare che i nostri occhi siano diventati nella moderna cultura automobilistica un elemento più che mai carico di significati. Non simboleggiano solo visione e chiarezza, ma anche libertà, consapevolezza, guida e protezione. Una combinazione molto rassicurante.