Design

Made by Sweden

Secondo due dei più famosi designer del paese, la creatività e lo spirito innovativo del design svedese devono molto ai forti contrasti che caratterizzano l’ambiente scandinavo.

IAN DICKSON, GENNAIO 2017

“Alcuni studi dimostrano che il buio favorisce la creatività delle persone” afferma il designer svedese dell’illuminazione Kai Piippo. “Quando è buio si è più concentrati e più produttivi. Si dorme anche di più, mentre l’estate svedese, con le sue lunghe giornate di luce, dà tantissima energia”.

Kai, che ha sviluppato sistemi di illuminazione per alcuni degli edifici e dei luoghi pubblici di maggior rilievo della Scandinavia, pensa che le condizione estreme di luce ed oscurità, inverno ed estate, dei paesi del Nord rappresentino uno degli aspetti che rende la luce così speciale in Svezia.

Un altro è la fase del tramonto, così accentuata, con la transizione tra luce e buio che avviene molto lentamente. “A Stoccolma, nel pieno dell’estate, la fase del tramonto dura un’ora e 34 minuti. A Roma dura 30” spiega Kai. “La cosa interessante a proposito del tramonto è che tutto viene amplificato, i ritmi si fanno più quieti e lenti. I sensi sono all’erta, sentiamo e vediamo di più. È un momento di grande creatività, quando nascono molti dipinti”.

Il rapporto tra luce naturale e artificiale è un'ossessione per gli svedesi. “La relazione tra le persone e l’ambiente che le circonda è veicolata principalmente dalla luce” spiega Kai. “La nuova tecnologia ci è di grande aiuto perché ora siamo in grado di realizzare una miglior integrazione della luce nelle forme architettoniche, tanto da farla diventare un elemento costitutivo del progetto, realizzando una sinergia con la luce naturale”.

"Il tramonto è un momento di grande creatività, quando nascono molti dipinti”

Kai Piippo

Designer dell’illuminazione

Gert Wingårdh, probabilmente il più celebrato architetto svedese vivente, concorda nell’attribuire all’ambiente un ruolo nella definizione del carattere del design scandinavo. “Tradizionalmente, la Svezia ha sofferto della mancanza di risorse e le dure condizioni di vita imposte dal clima nordico hanno fatto sì che si dovesse fare tanto con molto poco” dice. “La potremmo chiamare progettazione intelligente e innata”.

Semplicità, funzionalità e minimalismo sono l’essenza di questo linguaggio, ma il design scandinavo è anche di grande bellezza. Gert crede che i materiali naturali giochino un ruolo importante in questa estetica.

“Verso i materiali, in Svezia, abbiamo un atteggiamento di onestà e di autenticità” aggiunge. “Se ha l’aspetto del legno e sembra legno anche al tatto, allora deve essere legno. Ci piace usare i materiale nel loro significato più puro. La Svezia può diventare molto fredda, perciò ci piace un design che trasmetta una sensazione di calore. Per fare ciò, i materiali sono molto importanti”.

L’abilità artigianale svolge un ruolo cruciale nell’integrazione di materiali naturali in prodotti di lusso, dice Gert. “Quando si ha la sensazione che ci sia stato l’intervento di una mano umana nel modo in cui gli oggetti sono stati messi insieme, quello è il tocco da maestro”.

“Le dure condizioni di vita imposte dal clima nordico hanno fatto sì che si dovesse fare tanto con molto poco. La potremmo chiamare progettazione intelligente e innata”.

Gert Wingårdh

Architetto