Lifestyle

La Svezia – una forza creativa

La Svezia è spesso considerata uno dei Paesi più creativi al mondo. Abbiamo chiesto alle persone che si nascondono dietro alcuni dei marchi e delle start-up più entusiasmanti della Svezia come e perché questa piccola nazione sia diventata una forza mondiale nel campo dell’innovazione e della creatività. 

DAN STEVENS, OTTOBRE 2017

Tommy Hansson Strand

«Una cultura che sfida i modi esistenti di fare le cose»

TOMMY HANSSON STRAND
Direttore, servizi di connettività per consumatori

«La Svezia si posiziona spesso ai primi posti delle classifiche dei Paesi più creativi e innovativi nei sondaggi e penso che i motivi siano tanti. Innanzitutto abbiamo una cultura che ci permette di sfidare i modi esistenti di fare le cose.»

«Penso che molto dipenda dal sistema scolastico in cui si lavora spesso in gruppi e si chiede agli studenti di trovare la propria strada e non di seguire semplicemente le istruzioni degli insegnanti. Lo stesso genere di apertura è presente nella cultura lavorativa svedese, che predispone le persone a proporre nuove idee. Questo dialogo aperto e lo spirito di collaborazione sono fondamentali per la creatività e per ciò che facciamo da Volvo Cars.»

Volvo Cars è stata fondata nel 1927 e oggi è un leader mondiale nel campo dell’innovazione con oltre 28 000 collaboratori in tutto il mondo.

«Una mentalità globale e un approccio sperimentale»

OSCAR HUSS
Responsabile dello sviluppo del prodotto, POC

«Siamo un Paese molto internazionale a livello demografico e mentale. Abbiamo delle tradizioni culturali, ma queste non ci vincolano. Molti svedesi guardano al resto del mondo per trarre ispirazione.»

«La Svezia ha anche la reputazione di essere una sorta di ‘mercato di prova’ perché abbiamo uno spirito alquanto sperimentale e siamo contenti di adottare per primi idee, prodotti e servizi nuovi. E Stoccolma è decisamente un crogiolo di persone creative. La nascita di grandi marchi creativi a Stoccolma è diventata ormai un fenomeno e non penso affatto che sia una coincidenza.»

«In Svezia abbiamo anche avuto la fortuna che, negli ultimi 15 anni almeno, sia stato fatto tanto a livello di ricerca e sviluppo e sia stato offerto ampio spazio all’innovazione in generale, soprattutto nel sistema scolastico. E ovviamente anche il livello generale di istruzione è piuttosto elevato.»

POC progetta e produce caschi e altre attrezzature di sicurezza per lo sci, le mountain bike e le bici da strada.

Joacim Westlund

«Un patrimonio di innovazione»

JOACIM WESTLUND
CEO e cofondatore, Shortcut Labs

«Sono cresciuto a Stoccolma e lo stesso vale per gli altri due cofondatori di Shortcut Labs. Si potrebbe dire che l’idea alla base di Flic, un pulsante che permette di controllare una serie di dispositivi e applicazioni con un semplice gesto, è tipicamente svedese. L’obiettivo è rendere semplice qualcosa che potrebbe essere complesso. So che Volvo Cars adotta un approccio simile per i suoi prodotti.»

«La cultura svedese è in continua trasformazione proprio perché risente di ciò che accade in tutto il mondo. Da Shortcut Labs abbiamo una forza lavoro eterogenea in cui sono rappresentate lingue e culture diverse. Penso che questo sia molto importante; non avremmo mai fatto così tanti progressi senza avere tutte queste prospettive diverse. La Svezia è un piccolo mercato e quindi, come marchio, bisogna avere una mentalità globale.»

«La Svezia vanta un patrimonio di innovazione. È qualcosa di cui tutti vanno orgogliosi. Esiste una cultura ben radicata che incoraggia le persone ad avere uno spirito imprenditoriale e innovatore.

Shortcut Labs è stata fondata nel 2013. Il suo primo prodotto, Flic, è un pulsante intelligente senza fili che agisce come un’interfaccia fisica per dispositivi mobili e applicazioni.»

«Un luogo d’ispirazione»

SIMON MORRIS
CEO e inventore, Flyte

«Sono cresciuto a New York. Dopo l’università mi sono trasferito in Svezia perché pensavo che sarebbe stato il luogo giusto per trasformare alcune idee in prototipi. È un Paese che produce tante innovazioni e che accoglie a braccia aperte tutta la comunità delle start-up. È stato un luogo d’ispirazione dove abbiamo trovato una grande comunità con cui lavorare. Coloro che hanno un’idea o vogliono avviare un’azienda, qui trovano supporto e risorse finanziarie. Il governo locale offre sostegno e finanzia programmi che favoriscono la nascita di nuove attività.»

«La Svezia mi affascinava anche perché offre un eccellente equilibrio tra spazi aperti e città. E Stoccolma è una delle poche città in cui si può fare il bagno al mare in estate. L’estate in Svezia irradia euforia. Penso che l’ambiente che ci circonda influisca molto sulle cose che facciamo. È probabile che l’eccezionale amore che si nutre per la luce in Svezia mi abbia spinto inconsciamente a progettare una lampada.»

Simon Morris si è trasferito in Svezia da New York nel 2008. La sua azienda produce lampade e vasi a levitazione.
«Mi sono trasferito in Svezia perché pensavo che sarebbe stato il luogo giusto per trasformare alcune idee in prototipi. È un Paese che produce tante innovazioni.»

Susanna Wahlin

«Un Paese collaborativo»

SUSANNA WAHLIN E CRISTIANO PIGAZZINI
Architetto d’interni e design manager, Note Design Studio

«La Svezia è un Paese collaborativo. Tutti possono esprimere il proprio parere e hanno il loro spazio in un gruppo. Il nostro punto di forza qui da Note Design Studio è che siamo sempre stati un gruppo. Fare scelte coraggiose insieme rende forti; ci si assume dei rischi come team.»

«In Svezia esiste persino una tradizione per cui i designer realizzano progetti per le proprie case. Questo trend ha promosso un tipo di creatività e uno stile particolari. Se si fanno progetti per sé stessi, si avverte meno il bisogno di ostentare, di mostrare agli altri cosa si è in grado di fare. La mentalità qui è di fare da soli quel che si può. I bambini iniziano a realizzare oggetti sin da piccoli e il sistema scolastico svedese non prevede semplicemente insegnanti che parlano e alunni che obbediscono. Così si stimola anche la creatività.»

* Note Design Studio è uno studio di design con sede a Stoccolma che opera nel campo dell’architettura, degli interni, del product design e della progettazione grafica.

«Una libertà che aiuta la creatività»

DANIEL SANDQVIST E SEBASTIAN WESTIN
Fondatori, Sandqvist

«In Svezia c’è apertura, c’è la volontà di sperimentare. Se si desidera qualcosa, si può provare a realizzarla da soli. Vogliamo dare la possibilità alle persone di tentare. E se falliscono non è poi così grave, possono sempre riprovare.»

«E in Svezia abbiamo il tempo di pensare grazie alle lunghe vacanze estive e alle lunghe notti invernali. Dunque c’è tanto tempo per essere creativi. Inoltre la Svezia è un luogo sicuro in cui vivere. Il sistema sanitario è di qualità e le persone non devono preoccuparsi tanto della salute e possono pensare ad altro. Avere una certa dose di libertà aiuta la creatività.»

Sandqvist produce borse e accessori ispirandosi al paesaggio svedese e all’ambiente urbano.

Novità dalla Svezia

La creatività svedese è alla base di Volvo Cars. È il modo in cui diamo forma a nuovi prodotti che rende la vita meno complicata e più piacevole per le persone. Ed è la fonte di ispirazione per la Volvo XC40, il nostro nuovo SUV compatto che è un vero concentrato di stile scandinavo e forza innovativa.
Iscrizione tramite e-mail