Regolatore elettronico della velocità adattivo

Impostare la distanza temporale per il Regolatore elettronico della velocità adattivo*

Aggiornato 7/23/2018

Il Regolatore elettronico della velocità adattivo (Adaptive Cruise Control - ACC) può essere configurato con diverse distanze temporali.

P5-1519-xc90H-Symbol DA

È possibile selezionare diverse distanze temporali dal veicolo antistante, che vengono visualizzate sul display del conducente con 1-5 linee orizzontali - più linee sono visualizzate, maggiore è la distanza temporale. Un trattino corrisponde a circa 1 secondo, 5 trattini a circa 3 secondi dal veicolo antistante.

Lo stesso simbolo è visualizzato anche quando è attivato l'avviso distanza.

Nota

Quando il simbolo sul display del conducente visualizza due automobili, l'ACC segue il veicolo antistante a una distanza temporale preselezionata.

Quando è visualizzata una sola automobile, non vi sono veicoli antistanti a una distanza adeguata.

P5-1519-xc90H-ACC avstånd

Comando per la distanza temporale.

Diminuzione della distanza temporale
Aumento della distanza temporale
Indicazione della distanza

Premere il pulsante al volante (1) o (2) per diminuire o aumentare la distanza temporale.

L'indicazione della distanza (3) visualizza la distanza temporale attuale.

Per seguire il veicolo che precede con una guida morbida e confortevole, il regolatore elettronico della velocità adattivo consente una notevole variazione della distanza temporale in alcune condizioni. A bassa velocità, quando le distanze si riducono, il regolatore elettronico della velocità adattivo aumenta leggermente la distanza temporale.

Ricordare che una distanza temporale breve riduce il tempo di reazione e intervento del conducente in caso di imprevisti.

Nota

Mantenere sempre la distanza temporale consentita dal codice della strada.

Se il regolatore elettronico della velocità adattivo non reagisce all'attivazione, è possibile che la distanza temporale dal veicolo antistante impedisca l'aumento della velocità.

Più la velocità aumenta, maggiore diventa la distanza in metri a parità di distanza temporale.


È stato utile?