Tecnologia

Alla guida delle tue sensazioni

In qualsiasi viaggio e condizione e qualunque sia il tuo umore, la Volvo V60 ti ispirerà ed entusiasmerà, spiega l’esperto di telai Kenneth Ekström.

LEO WILKINSON

«Per quanto riguarda la guida della nuova Volvo V60, il nostro obiettivo era creare un’auto con un carattere che ispirasse sicurezza di sé e tranquillità e che permettesse di godersi ogni istante trascorso al volante», dichiara Kenneth Ekström, attribute leader, dinamica dei veicoli da Volvo Cars.

«Questa automobile è pensata per le persone con vite dinamiche e attive», spiega Kenneth che, insieme al suo team, è responsabile dello sviluppo e della messa a punto del telaio della nuova Volvo V60. «Queste persone amano uscire e darsi da fare, scoprire nuovi luoghi e coltivare le proprie passioni. Per aiutarle a fare tutto ciò, questa automobile deve essere in grado di adattarsi a diverse esigenze.»

In altre parole la V60 deve essere piacevole alla guida e confortevole, indipendentemente dalla lunghezza del viaggio e dalle condizioni, come spiega Kenneth. «Deve essere l’automobile giusta per qualsiasi tipo di esperienza, una vera compagna di viaggio», aggiunge.

«Si possono usare dei dati per valutare lo stile di guida di un’automobile», spiega Kenneth. «Ma, in fin dei conti, tutto si riduce alle ‘sensazioni’. E ciò che contava per noi era che il conducente si sentisse in sintonia con la sua auto. Vogliamo che le persone si sentano coinvolte e ispirate quando sono al volante della V60. Che si sentano vive.»

Barca a vela Volvo Ocean Race 65 durante la costruzione

«Ci sono così tanti dettagli da prendere in considerazione quando si sviluppa il carattere di guida di un’auto», rivela Kenneth, «ma sappiamo che ne vale assolutamente la pena. E lo si sente perfettamente quando si guida questa vettura. Il nostro principio ispiratore era di progettare un’auto in cui godersi ogni singola esperienza di guida.»

Da 60 anni Volvo Cars costruisce station wagon che permettono alle persone di fare di più, vedere di più e vivere di più. La V60 è l’ultima creazione di questa lunga tradizione di automobili, come sottolinea Kenneth, un’auto in cui tutte le qualità positive associate al marchio Volvo vengono combinate a uno spirito contemporaneo e dinamico. «Offre una guida entusiasmante in ogni occasione. E come ogni Volvo, trasmette una sensazione di solidità su strada. Ci si sente al comando e connessi alla vettura. E tutto ciò infonde una tranquilla sicurezza di sé.»

Grazie alla struttura di base della V60 è stato più facile garantire che quest’auto fornisse il dinamismo e il piacere di guida che ci si aspetta da una Volvo, spiega Kenneth; essa si basa sulla stessa piattaforma dei modelli più grandi di Volvo Cars, ovvero la S90, la V90 e la XC90, e si serve di tecnologie di ultima generazione in ogni dettaglio. Le sospensioni anteriori hanno un sofisticato schema a doppio quadrilatero, mentre quelle posteriori presentano l’innovativa struttura ‘integral-link’ di Volvo Cars. Kenneth aggiunge inoltre che il comfort di guida è stato tanto importante quanto la componente divertimento: «Questa automobile è piacevole da guidare e al tempo stesso confortevole. Così, anche se si percorrono lunghe distanze, alla fine del viaggio ci si sente freschi e rilassati.»

«Offre una guida entusiasmante in ogni occasione. Come ogni Volvo, trasmette una sensazione di solidità su strada. Ci si sente al comando e connessi alla vettura.»

Tanti sono i test da effettuare per perfezionare le sensazioni che un’automobile può trasmettere. Prima di trovare il giusto equilibrio sono state testate innumerevoli impostazioni percorrendo decine di migliaia di chilometri, impiegando migliaia di ore e facendo prove su tantissime superfici diverse. «Abbiamo testato le automobili alle alte e alle basse velocità e su qualsiasi tipo di strada», rivela Kenneth. «Le sottoponiamo a condizioni estreme, dal caldo del deserto al freddo artico.»

Il processo di collaudo prevede anche delle sofisticate simulazioni al computer, una tecnologia innovativa di cui Kenneth riconosce l’importanza: «Ci permette di effettuare una buona parte del lavoro di sviluppo ancora prima che l’auto venga costruita», dice.

Dunque questa tecnologia finirà per sostituire figure come la sua? «No, non ancora», risponde Kenneth sorridendo. «Nulla può sostituire le persone vere su strade vere. Il piacere che si prova alla guida di un’auto è qualcosa che solo le persone vere possono vivere.»