News & eventi
  • Premiato a Venezia il progetto vincitore del concorso voluto
 da Volvo Car Italia per la realizzazione dello stand dedicato
a V60 Plug-In Hybrid. Il progetto è di uno Studio anglo-americano

    29/05/2013
    La Giuria di esperti chiamata a valutare i 150 progetti in gara ha prima selezionato una "short list" di 11 progetti finalisti, tra i quali è stato scelto il Progetto Vincitore, quello dello Studio SDA Synthesis Design + Architecture di Alvin Huang, con sedi a Los Angeles e a Londra.

    Nella scelta del vincitore la Giuria ha premiato la grande qualità architettonica, tecnica, tecnologica e formale del progetto. 
La Giuria ha inoltre assegnato due menzioni speciali.

    La proclamazione del progetto vincitore del concorso "Switch To Pure Volvo" è avvenuta Domenica 26 Maggio a Venezia, nel corso della serata inaugurale di Perspective, forum a inviti organizzato dalla rivista The Plan, evento che richiama i migliori architetti del panorama internazionale e del quale Volvo Car Italia è partner per il terzo anno consecutivo.

    A consegnare il premio è stato Michele Crisci, Presidente e Amministratore Delegato Volvo Car Italia, che ha così commentato: "Abbiamo premiato un'idea fantastica, semplice e al tempo stesso sofisticatissima da un punto di vista realizzativo. Immaginare e realizzare uno stand che diventa pieghevole e si può trasportare nel baule della macchina è geniale e ci proietta nel futuro dell'auto a ricarica elettrica. Visivamente e concettualmente la nostra V60 Diesel Plug-In Hybrid non poteva trovare una casa più appropriata rispetto ai suoi contenuti tecnologici. Mi aspettavo un progetto che sapesse trasmettere la quintessenza di Volvo, che oggi, oltre a Sicurezza, significa qualità, rispetto per l'ambiente, funzionalità e tecnologica a portata di tutti. Ebbene, l'abbiamo trovato".

    La commissione di esperti che ha valutato i lavori era composta da cinque membri: Michele Crisci, Presidente e Amministratore Delegato Volvo Car Italia; Nicola Leonardi, Direttore della rivista The Plan e curatore scientifico di Perspective; Fabio Orecchini, docente universitario, ricercatore ed esperto di energie rinnovabili; Mario Cucinella, architetto e urbanista, esperto di sostenibilità energetica; Matteo Thun, architetto e designer di grande fama internazionale.

    Uno stand tecnologico

    Alvin Huang è il fondatore di Synthesis Design + Architecture. E' un architetto, designer e docente di vasta esperienza internazionale, già vincitore di numerosi riconoscimenti e specializzato nella applicazione integrata di prestazione dei materiali, tecnologie di design emergenti e fabbricazione digitale nella pratica architettonica.

    Il progetto per il quale è stato premiato nell'ambito del concorso Volvo è caratterizzato da un grande impatto visivo. Il padiglione diventa un'icona capace di attrarre e comunicare il messaggio della ricarica elettrica in maniera convincente. In effetti, la realizzazione di Alvin Huang incarna la visione di un futuro in cui il concetto di ricarica possa diventare "portatile": il padiglione opportunamente scalato e modificato potrebbe diventare una "tenda (shelter) fotovoltaica", con sistema di ricarica integrato per un'auto ibrida di nuova concezione quale V60 Diesel Plug-In Hybrid.

    Due Premi Speciali

    Special Mention per AM Progetti Studio fondato da Joseph Di Pasquale.

    
Il concept ha interpretato in maniera consistente e altamente qualitativa l'identità della Volvo Plug in Hybrid e delle sue tre modalità di guida anche attraverso il gioco cromatico delle luci in notturna. La forma del padiglione ha esposto la chiave di progetto con una matrice architettonica creativa molto apprezzabile.

    Special Mention per Ing. Serena Vizioli. 


    Il concept è andato nella direzione del free form design, con una chiave progettuale però molto rigorosa e legata ai temi della ricerca nei materiali. L'uso dell'Etfe per un'opera architettonica temporanea è stato giusto così come il gioco formale delle linee curve che si intersecano, hanno donato al progetto un'identità forte e originale.

    Un premio che sottolinea il DNA di Volvo

    Il progetto vincitore di Alvin Huang inizierà a breve la fase di realizzazione, che si concluderà in Settembre. Da quel momento accompagnerà Volvo Diesel Plug-In Hybrid comunicandola come esempio di valori propri del marchio Volvo quali tecnologia sostenibile, materiali raffinati e funzionalità friendly.

    In effetti, nella Vision del concorso, il nome "Switch to Pure Volvo" rimanda a una serie di significati precisi. "Switch" è al contempo un invito a cambiare abitudini - come ad esempio modo di guidare - e un riferimento concreto ai tre pulsanti attraverso i quali selezionare la modalità di guida preferita fra le tre consentite da Volvo V60 Diesel Plug-In Hybrid.

    "Pure" sottolinea invece l'aspetto della sostenibilità espresso dalla semplice scelta di una guida a impatto zero. Ma con "Pure" Volvo dichiara il suo DNA fatto secondo l'approccio "progettato attorno a te".
    La Giuria di esperti chiamata a valutare i 150 progetti in gara ha prima selezionato una "short list" di 11 progetti finalisti, tra i quali è stato scelto il Progetto Vincitore, quello dello Studio SDA Synthesis Design + Architecture di Alvin Huang, con sedi a Los Angeles e a Londra.
    Indietro