Performance

La tua guida ideale

Equilibrio. Compostezza. Controllo. Ecco gli elementi chiave della nuova Volvo S60, un’auto che mette in risalto l’inconfondibile approccio di Volvo Cars alla guida. Andiamo a vistare un circuito di prova segreto in Svezia per scoprire altri dettagli.

PAROLE DI: IAN DICKSON

“Sterzo, manovrabilità e comfort sono le tre aree che è bene curare al meglio se si vuole raggiungere l’obiettivo della guida ideale” dice Kenneth Ekstrom, Attribute Leader di Ride, Handling & Steering per la S60. Sono questi tre elementi che, insieme, danno al conducente della S60 l’impressione di “sentirsi connesso”, come la chiama Kenneth.

“Ci siamo sempre impegnati a dare una personalità all’auto” dice Kenneth in occasione della nostra visita al circuito di prova Volvo Cars dove guida un muletto, un prototipo supersegreto della S60. “Deve dare l’impressione di essere viva. Deve dare l’impressione di essere collegata. Deve dare l’impressione di essere vivace e decisa. È molto importante.”

“Devi percepire la connessione attraverso il volante, il sedile e i pedali. Devi sentire la grana dell’asfalto per non sentirti troppo isolato, ma non eccessivamente, perché potrebbe diventare faticoso. Quando svolti, dovresti avere istintivamente la sensazione che l’auto curva con te, in quel preciso momento”.

Mentre parla, Kenneth guida la S60 lungo una delle tante strade di questa struttura di collaudo, un luogo che simula le condizioni di guida nel mondo reale. Quale che sia la velocità, l’auto mantiene la sua compostezza. Il prototipo della S60 è il suo ufficio su quattro ruote, un luogo dove si sente perfettamente a suo agio e al comando.

La sua passione per le auto e la guida ha radici molto più profonde della sua esperienza lavorativa alla Volvo Cars. Quando non si dedica allo sviluppo delle caratteristiche di guida della nuova S60, Kenneth è un entusiasta pilota dilettante che partecipa con successo a competizioni in tutta la Svezia. Alla Volvo Cars dirige un team di fanatici della guida come lui, ciascuno con le sue peculiarità ma con la medesima attenzione per i dettagli. Sanno quali sensazioni vogliono far provare ai conducenti dell’auto e, soprattutto, come ottenerle.

“Sono felice che il nostro lavoro di sviluppatori ci dia la possibilità di influenzare così tanti aspetti nella realizzazione di un’auto” dice con entusiasmo Kenneth. “Dalle sospensioni alle sensazioni comunicate dallo sterzo, abbiamo la possibilità di impostare la personalità dell’auto. E con la S60 abbiamo creato un’auto che ti farà davvero provare il piacere della guida, ma che è anche facile da pilotare”.

La ricerca della perfezione in cui sono impegnati Kenneth e il suo team li porta in giro per tutto il mondo. Il loro lavoro inizia al simulatore di guida del laboratorio R&D di Volvo Cars, dove utilizzano lo stesso sistema della Ferrari e della Porche per affinare la dinamica delle vetture, che collaudano poi su svariate superfici e in diverse condizioni su strade reali della Svezia e altrove. Grazie a questo programma intensivo di collaudo riescono a prevedere come l’auto reagirà in tutte le circostanze. È questa la chiave per ottenere la “sensazione di essere connessi”. Perché in definitiva, al di là delle caratteristiche fisiche, ingegneristiche e di collaudo che contribuiscono a creare la configurazione ideale, la guida è fatta soprattutto di sensazioni.

“Dovresti sentirti tutt’uno con la tua auto” sono le parole usate da Kenneth per descriverle. “Dovrebbe essere intuitiva, coinvolgente e prevedibile. Se mettiamo a punto un’auto che si comporta in modo intuitivo, composto ed equilibrato in tutte le situazioni, abbiamo con ciò stesso creato un’auto più piacevole da guidare”.

“E qui torniamo a parlare dell’armonia tra sterzo, guida e maneggevolezza e dello speciale approccio di Volvo Cars all’esperienza di guida, che vede l’auto né troppo rigida né troppo morbida, né troppo reattiva né troppo distaccata. Una guida naturalmente scorrevole e sempre composta, eccitante e mai stancante. “L’ingegnerizzazione è la ricerca del miglior compromesso ed è quello che stiamo cercando di fare qui”, aggiunge Kenneth.

“Ti rendi conto molto velocemente di che auto è ed è un cosa importante perché significa che è prevedibile” dice il collega di Kenneth e tecnico del telaio Eric Olsson. Eric passa mesi interi alla guida del prototipo, apportando modifiche, correggendo, ricalcolando. “In questo modo sappiamo come l’auto si comporterà in situazioni diverse, perciò quando la guiderai ti sentirai pienamente padrone in qualsiasi circostanza, anche in quelle che non hai mai affrontato” dice Eric.

“È la sensazione di sicurezza che ti dà l’essere padroni del mezzo, senza rinunciare a un tocco dinamico, che rende la S60 così divertente da guidare” aggiunge Eric. “Ed è ciò che rende speciale l’esperienza di guida di quest’auto rispetto ad altre che appartengono allo stesso segmento”.

Kenneth aggiunge con un sorriso fiducioso: “Penso che sia una delle auto Volvo più divertenti da guidare che sia mai stata realizzata”.