Mobilità e micromobilità; una convivenza possibile