L'INIZIATIVA E.V.A.

Le auto devono proteggere tutti.

Alcune persone sono meno sicure in strada rispetto ad altre. Ecco perché condividiamo oltre 40 anni di ricerche sulla sicurezza – per rendere le auto più sicure per tutti. Non solo per chi ha la corporatura media di un uomo.

Forma umanoide, piccole particelle di luce che fluttuano dall'angolo superiore destro.

"Raccogliendo dati dal mondo reale per lungo tempo, è stato possibile identificare quali infortuni si verificano per uomini, donne e bambini"

dichiara la dott. Lotta Jakobsson, Senior technical specialist at Volvo Cars Safety Centre.

Disegno schematico di un modello Volvo XC60.

Aiutaci a rendere le auto sicure per tutti

Le donne hanno una probabilità maggiore di restare ferite in un incidente stradale. In parte poiché di norma vengono utilizzati dei manichini per crash test dalle forme maschili. L'Accident Research Team di Volvo raccoglie dati sugli incidenti stradali fin dagli anni '70, sia riguardanti uomini che donne. Grazie all'Iniziativa E.V.A., dal 2019 abbiamo condiviso i risultati di oltre 40 anni di ricerche.

Il risultato di oltre 40 anni di ricerche

Nel 1970 è stato formato il Volvo Traffic Accident Research Team. Da allora, il team ha raccolto e analizzato i dati di oltre 40.000 auto e 70.000 passeggeri coinvolti in incidenti stradali. Ciò ha consentito di realizzare molti dei sistemi innovativi disponibili oggi nelle nostre auto.

Il sedile che dimezza il rischio di colpo di frusta

Rispetto agli uomini, le donne sono maggiormente esposte al rischio del colpo di frusta. Le ragioni sono dovute alle differenze anatomiche e di forza fisica. Grazie al nostro sistema di protezione dal colpo di frusta, WHIPS (Whiplash Protection System) che unisce un robusto sostegno per la testa a un design intelligente del sedile per proteggere sia la spina dorsale che la testa, non c’è nelle Volvo alcuna differenza tra uomini e donne nel rischio di colpo di frusta.

Uno scudo protettivo intelligente

Le donne hanno più probabilità di subire infortuni al torace in caso di incidente rispetto agli uomini, a causa delle differenze nell'anatomia e nella resistenza dello stesso. Per una protezione ottimale, abbiamo migliorato costantemente la struttura delle nostre auto, le cinture di sicurezza e gli airbag laterali per ridurre al minimo gli effetti di un impatto sugli occupanti. Un'innovazione Volvo, il SIPS (sistema di protezione dagli impatti laterali) si basa su una struttura intelligente che aumenta la sicurezza globale. Di fatto, insieme all'airbag per gli impatti laterali, il SIPS riduce i traumi gravi al torace di oltre il 50% per tutti i passeggeri.

Protezione per ogni testa

Le donne hanno esigenze di protezione specifiche, anche in caso di impatto laterale. Quanto più bassa è la statura di una persona, tanto più bassa è la loro posizione di seduta nell'auto e più vicina al volante – il che rende l'airbag Inflatable Curtain, che copre l'intero finestrino, una funzionalità di sicurezza essenziale. In aggiunta al SIPS, l'airbag Inflatable Curtain riduce il rischio di lesioni alla testa del 75% circa. Si gonfia in 1/25 di secondo e impedisce che la testa colpisca gli oggetti all'esterno dell'auto e altri elementi. È stato il primo sistema di airbag a offrire una migliore protezione agli occupanti sia anteriori che posteriori, portando la protezione dagli impatti laterali a un livello superiore.

La tecnologia salvavita più efficace della storia dell’auto

Un incidente stradale può capitare a chiunque. Finora, le nostre cinture di sicurezza hanno salvato oltre 1 milione di vite. Proteggono tutti, a prescindere da taglia, genere o conformazione fisica. Tuttavia, un gruppo di persone è soggetto a rischi più specifici rispetto agli altri: le donne incinte. Essendo una delle più importanti invenzioni nella sicurezza stradale, la nostra cintura di sicurezza offre un'ottima protezione per tutti i tipi di incidenti. Per saperne di più sulle specifiche esigenze delle madri e dei nascituri in caso di incidente, abbiamo elaborato il nostro primo manichino per crash test con le dimensioni medie di una donna incinta. Si tratta di un modello virtuale che rende possibile studiare il modo in cui, tra le altre cose, il passeggero si muove e come la cintura di sicurezza e l'airbag incidono sulla donna e sul feto.

"Le auto vengono guidate da persone. Di conseguenza, il principio fondante di tutto ciò che facciamo in Volvo è, e deve rimanere, la sicurezza".

Gustaf Larson, co-fondatore di Volvo

Due persone si avvicinano a piedi a un SUV Volvo XC40 parcheggiato.

Auto più sicure per tutti

Dagli anni '50 in poi abbiamo studiato oltre 43.000 auto in incidenti reali con 72.000 occupanti. Ciò ha quindi contribuito alla creazione di numerosi sistemi innovativi, come WHIPS, SIPS e molti sistemi di sicurezza per bambini. Abbiamo raccolto oltre 100 pubblicazioni scientifiche, disponibili a tutti per il download. La nostra speranza è che ciò porti a produrre auto più sicure per tutti.

E.V.A. - Equal Vehicles For All

Domande frequenti

Effettuiamo crash test con manichini femmina dal 1995, iniziando dall'allora unico manichino femmina di piccola taglia disponibile per impatti frontali, HIII al 5° percentile. Nel 2001 abbiamo introdotto un manichino per impatti laterali di piccola taglia, SID2s. Come primo manichino femmina di taglia media per crash test , abbiamo progettato un modello virtuale di donna incinta all'inizio del 2000. Dieci anni dopo, come unica casa costruttrice automobilistica in collaborazione con EvaRID, abbiamo allargato la famiglia di manichini per crash test con un manichino femmina di taglia media per valutare meglio il colpo di frusta negli impatti posteriori.

I dati sulle auto Volvo in Svezia sono stati raccolti e archiviati nel Volvo Cars Statistical Traffic Accident Database fin dal 1970. Lo scopo è raccogliere un grande volume di dati statistici prontamente consultabili su tutti i tipi di infortuni subiti in caso di incidenti specifici. È quindi così possibile applicare le conoscenze apprese. La buona notizia è che abbiamo raccolto i dati nello stesso modo per molti anni, rendendo possibile mappare i progressi e migliorare il tasso di successo nel corso degli anni.

In uno studio preliminare nel 1967, abbiamo iniziato con 28.000 casi. Dal 1970 abbiamo incluso nel nostro database oltre 43.000 auto in incidenti reali con 72.000 occupanti. Inoltre, per le nostre analisi utilizziamo anche dati provenienti da diversi database mondiali.

Le conoscenze che abbiamo reso accessibili e scaricabili tramite questo progetto sono una raccolta di oltre 100 pubblicazioni scientifiche. Si tratta di una raccolta di alcune delle ricerche alla base della progettazione di innovazioni per la sicurezza di Volvo Cars dagli anni '50.

Sì, la cintura di sicurezza è ancora il modo più efficace per salvare vite e ridurre gli infortuni in caso di incidente d'auto. Inoltre, è obbligatoria in quasi tutti i Paesi del mondo. Le cinture di sicurezza Volvo vengono continuamente perfezionate per migliorare ulteriormente la sicurezza per tutti.